Volete stupire i vostri famigliari e preparare una focaccia che vale veramente la pena di preparare? Allora mettetevi ai fornelli, armatevi di pazienza ma soprattutto di molta voglia di assaggiare la classica focaccia pasquale! Le mandorle regneranno sovrane su un impasto soffice e buonissimo!!!

focaccia pasquale alle mandorle

Ingredienti:

Primo impasto:

25 gr di lievito di birra

150 gr di acqua

250 gr di farina

Fate sciogliere nell’acqua tiepida il lievito di birra. Versatelo nella farina e impastate.

Lasciate lievitare per circa 45 minuti coperto. Deve raddoppiare.

Secondo impasto:

75 gr di acqua tiepida

3 tuorli

100 gr di zucchero

65 gr di burro

300 gr di farina 0

In una ciotola molto capiente mettete la farina ed il lievitino. In un’altra unite l’acqua ai tuorli ed allo zucchero mescolandoli bene insieme. Unite un po’ alla volta gli ingredienti liquidi e da ultimo il burro sciolto. Lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla morbida che metterete a lievitare coperta al caldo (anche tutta la notte).

Terzo impasto:

75 gr di acqua tiepida

3 tuorli

185 gr di zucchero

90 gr di burro

500 gr di farina 0

15 gr sale

spumadoro q.b.

Con lo stesso procedimento di cui sopra, formate il terzo impasto, aggiungendo ai liquidi spumadoro e sale. Lasciate riposare per un’ora circa.

Ingredienti per la copertura:

albume q.b.

granella di zucchero q.b.

mandorle q.b.

Procedimento

Fate un’intreccio a quattro (potete dare alla focaccia anche altre forme ), poi posizionate la focaccia  sulla teglia in forma rotonda. Frullate nel mixer delle mandorle insieme ad alcuni cucchiai di zucchero a velo ed albume. Versate il composto sulla superficie e cospargete con altre mandorle sia intere che a scaglie. Cucinate a 170 – 180° per circa 30 minuti. In ogni caso, visto che la cottura dipende anche dalla pezzatura (più grande o più piccola), è opportuno fare sempre la prova con lo stecchino. E’ inoltre da tener presente che le focacce aumentano di volume anche in cottura (nel caso quindi delle focaccine, tenetele distanziate fra loro).

Comments are closed.